Skip to Content

Ministeri Principali

Il Carmelo in Burkina Faso

Burkina (6)-640.jpg

P. Francisco Daza Valverde, O.Carm.

La fondazione carmelitana in Burkina Faso, portata avanti dalla Provincia Betica, ha la data del 16 gennaio 2000. A Bobo-Dioulasso, capitale economica del paese, monsignor Anselmo Sanon, alla presenza dell’allora Priore Provinciale, P. Rafael Leiva Sánchez, accoglieva il primo gruppo di carmelitani e dava ufficialmente inizio alla missione.

Scuole

schoo1l.jpg

Il Concilio Vaticano II, parlando del diritto universale all'educazione e la sua nozione dichiara che "tutti gli uomini di qualunque razza, condizione ed età, in forza della loro dignità di persona, hanno il diritto inalienabile ad una educazione che risponda al proprio fine, convenga alla propria indole, alla differenza di sesso, alla cultura e alle tradizioni del loro paese, ed insieme aperta ad una fraterna convivenza con gli altri popoli al fine di garantire la vera unità e la vera pace sulla terra.

Missioni

vietnam2.jpg

Dio è sempre imprevedibile e misterioso nel suo contatto con l'uomo e come lo spinge ad impegnarsi nel suo Regno! Otto secoli fa, alcuni cristiani provenienti da vari paesi, spinti dallo Spirito di Dio e dal loro desiderio di servirlo fedelmente, si sono ritrovati sul Monte Carmelo in Palestina. Erano i primi Carmelitani. Da allora il Signore non ha smesso di chiamare uomini e donne a seguirlo nella Famiglia Carmelitana. Essi, fedeli alla loro chiamata di contemplazione, di fraternità e di servizio, sono sparsi in vari paesi del mondo.

Parrocchie

Province of Lower Germany.jpg

Le Costituzioni Carmelitane (n. 91) parlando della missione apostolica dell'Ordine nella Chiesa locale dichiarano che "La missione del Carmelo si inserisce nella missione di Gesù, mandato per proclamare la Buona Novella del Regno di Dio e per la liberazione totale da ogni peccato e oppressione. In quanto Carmelitani, il nostro inserirci nell'apostolato quindi fa parte integrante del nostro carisma.

Santuari Mariani

shrine.jpg

La beatissima Vergine Maria, nella sua terrena esistenza, si dimostrò immagine perfetta del discepolo di Cristo. Per cui la Chiesa, nella missione apostolica, prende esempio dalla Vergine Madre di Dio, modello perfetto per la sequela di Cristo, specialmente nel suo impegno per la nostra Redenzione, nella quale la stessa Vergine attivamente prese parte, dal suo "Fiat" all'Incarnazione fino al suo stare ai piedi della Croce e alla sua solidarietà con la prima comunità cristiana raccolta in preghiera.

Centri di Spiritualità

mawah.jpg
La matrice della vita cristiana è "vivere in ossequio di Gesù Cristo e servirlo fedelmente con cuore puro e retta coscienza". I Carmelitani, motivati dalla loro vocazione cristiana e religiosa, cercano di vivere il loro ossequio a Cristo impegnandosi nella ricerca del volto del Dio vivente (dimensione contemplativa della vita), nella fraternità e nel servizio (diakonia) in mezzo al popolo.
Syndicate content
Come Carmelitani, viviamo in ossequio di Gesù Cristo e servirlo fedelmente con cuore puro e retta coscienza impegnandoci nella ricerca del volto del Dio vivente (dimensione contemplativa della vita), nella preghiera, nella fraternità e nel servizio (diakonia) in mezzo al popolo. Questi tre elementi fondamentali del carisma non sono valori separati o senza connessione, bensì strettamente legati l’uno all'altro.


by Dr. Radut