Skip to Content

Beati

La vita come dono nella Beata Maria Teresa di Gesù

Maria-Teresa-Scrilli.jpg

P Lucio Renna O. Carm.

Chi radicalizza la sua esperienza di Dio, come fece la Madre Scrilli, si accorge immediatamente che Dio è amore che si dona. L'esperienza viva di Dio ha caratterizzato l'esistenza terrena della Madre Scrilli: ogni attimo, si può dire, era un attimo di amore e di offerta al Signore. Ella aveva profondamente compreso il segreto della vita come impegno di amore e altro non desiderava che amare senza misura.

Beatificazione dei Martiri Carmelitani del Secolo XX in Spagna

spain-ocarm-martyrdom-640.jpg

P. Rafael Leiva Sánchez, O.Carm.

CARMELO Mª MOYANO E 9 COMPAGNI (Prov. Betica)

ALBERTO MARCO ALEMÁN E 8 COMPAGNI (Prov. Castiglia)

Domenica 13 ottobre, a Tarragona, è stata celebrata la beatificazione dei Martiri del secolo XX in Spagna, tra i quali c’erano i Beati Carmelo Mª Moyano Linares e 9 Compagni della Provincia Betica e i Beati Marco Alemán e 8 Compagni Carmelitani della Provincia di Castiglia.

Beato Bakanja Isidoro, Martire per lo Scapolare - Capitolo 3

Isidoro-(2).jpg

a cura di P. Desire Unen, O.Carm.

Lavorava come domestico

“Ecco: io vi mando come pecore in mezzo ai lupi;

siate dunque prudenti come i serpenti

e semplici come le colombe.”

(Mt 10, 16)

  • Bakanja è rientrato nella sua regione di origine. Vorrebbe lavorare presso un bian­co. Il suo amico Boyoto, operaio alla SAB e poi catechista a Isongo, lo mette in guardia:
  • Bakanja, non seguire questo bianco a Ikili, ne avrai solo sofferenze... Questi bianchi non amano la gente semplice... Per te che sei cristiano sarà ancora peg­gio: questi bianchi non amano i cristiani!

Beato Bakanja Isidoro, Martire per lo Scapolare - Capitolo 2

Isidoro-(2).jpg

cura di P. Desire Unen, O.Carm.

Bakanja, ovvero Isidoro

 “Se rimanete fedeli alla mia parola, sarete davvero miei discepoli;

conoscerete la verità e la verità vi farà liberi.”

(Gv 8, 31-32)

Queste sono le notizie che si trovano nel registro dei battesimi della mis­sione di Bolokwa Nsimba al N. 1953: Parrocchia St. Eugenio - Bolokwa Nsimba Isidore MAKANDA

Origine: Boangi

Battesimo: 6 maggio 1906

Padrino: Boniface Bakutu

Cresima: 25 novembre 1906

Una famiglia di santi

martins.JPG

P. Giovanni Grosso, O.Carm.

La santità è propria dell'individuo, perché è perfezione dell'amore (cfr Mt 5,48; Lc 6,36). Ogni persona è chiamata a giungere alla «misura della pienezza di Cristo» (Ef 4,13).

Un giovane martire: il Beato Isidoro Bakanja

Isidoro-Bakanja.jpg

P. Giovanni Grosso, O.Carm.

Tra i tanti frutti, spesso amari quando non velenosi, del colonialismo c'è anche l'eroismo di persone che non hanno temuto di testimoniare la propria fede nell'unico Signore, Padre e Fratello di ogni essere umano. Una di queste vicende ha per protagonista un giovane congolese, Bakanja, nato a Bokendela, nella tribù dei Boangi, negli anni '80 del XIX secolo.

L'apostolato della carmelitana

StJosephManor1.jpg

B. Elisabetta della Trinità

Reverendo, non le sembra che per le anime non ci sono distanze né separazioni? Questa è proprio la realizzazione della preghiera del Cristo: « Padre, che essi siano consumati in uno ». Mi pare che le anime sulla terra e i glorificati nella luce della visione siano così vicini gli uni agli altri, perché tutti sono in comunione con uno stesso Dio,

Beata Maria Sagrario, (OCD), Vergine (m)

catalo38.jpg
Festa: 
Martedì, 16 Agosto, 2016

Elvira Moragas Cantarero nacque l'8 gennaio 1881 da una famiglia profondamente cristiana a San Martino di Tillo presso Toledo.  A quattro anni con la famiglia si trasferì a Madrid dove il padre continuò a svolgere la sua attività di farmacista fino al 1909, anno in cui morì; la sorella maggiore di Elvira, Sagrario, morì ad appena undici anni, nel 1890, fra la costernazione della famiglia. Elvira ricevette un’educazione e formazione umanistica dal padre che poi proseguì e perfezionò nella scuola delle Mercedarie di San Fernando a Madrid."

B. Teresa di Sant’Agostino e compagne (OCD), Vergini e Martiri (m)

B. Teresa di Sant'Agostino e compagne
Festa: 
Domenica, 17 Luglio, 2016

Sono le sedici Carmelitane Scalze del monastero dell'Incarnazione di Compiègne (Francia). Appena la rivoluzione francese degenerò nel terrore, si offrirono a Dio come vittime di espiazione per impetrare pace alla Chiesa e al loro Paese. Arrestate e incatenate il 24 giugno 1794, ebbero la forza di comunicare anche agli altri la loro gioia e la loro fede.

B. Bartolomeo Fanti, Sacerdote (m)

bartolome-fanti.jpg
Festa: 
Lunedì, 5 Dicembre, 2016

Nativo di Mantova, nel 1452 era già sacerdote carmelitano della Congregazione Mantovana. Per 35 anni, nella chiesa carmelitana della sua città, fu direttore spirituale e rettore della Confraternita della B.V. Maria, per la quale scrisse la regola e gli statuti. Umile e mansueto, fu per tutti un esempio di preghiera, generosità e fedeltà nel servizio del Signore.

Syndicate content
Come Carmelitani, viviamo in ossequio di Gesù Cristo e lo serviamo fedelmente con cuore puro e retta coscienza, impegnandoci nella ricerca del volto del Dio vivente (dimensione contemplativa della vita), nella preghiera, nella fraternità e nel servizio (diakonia) in mezzo al popolo, sotto la protezione e la guida della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo che onoriamo come Madre e Sorella. Questi tre elementi fondamentali del carisma non sono valori separati o senza connessione, bensì strettamente legati l'uno all'altro.


by Dr. Radut