Skip to Content

Spiritualità Carmelitana

Spiritualità - Introduzione

frair2.jpg
La Regola traccia le linee matrici della vita carmelitana nell'ossequio di Cristo, secondo lo spirito dell'Ordine: meditare giorno e notte nella legge del Signore, nel silenzio e nella solitudine, perché la parola di Dio dimori abbondantemente nel cuore e nella bocca di chi la professa; praticare assiduamente la preghiera specialmente con veglie e salmi; rivestirsi delle armi spirituali; vivere in comunione fraterna, espressa nella quotidiana celebrazione dell'Eucarestia, nell'incontro capitolare dei fratelli, e nella comunione dei beni; correzione fra

Chi dice la gente che noi siamo? Identità Carmelitana

Simple-2.jpg

Míceál O'Neill, O.Carm.

Qualche volta ci poniamo la domanda ‘Che dice la gente '?” o “Che dice la gente di noi, Carmelitani, che noi siamo?”. Mi ricorda un pò quella domanda che Gesù fece ai discepoli, quando domandò: La gente chi dice che io sia? Mt 16, 13.

Vivere Alla Presenza Di Dio

images.jpg

Maria Teresa Cristofori

Per trovare un aiuto a condurre una vita autenticamente cristiana, è importante porci in ascolto della Parola di Dio, sempre viva, efficace ed in grado di guidarci a realizzare in pienezza le finalità del nostro essere. Papa Francesco, ha dato inizio alla sua esortazione apostolica “EVANGELII GAUDIUM"

Desiderare la solitudine

Foresta-Mercadante-Cassano-Murge.jpg

Tutte le anime che amano Dio amano la solitudine, poiché nella solitudine è più facile raccogliersi ed elevare la mente al Signore. Nel silenzio e nella solitudine lo Spirito Santo parla al cuore delle sue anime dilette con parole che infiammano d'amore. Ducam eam in solitudinem, et loquar ad cor eius (Osee II, 14).

Pensieri di S. Teresa di Gesù Bambino

pensieriteresa.jpg

S. Teresa di Gesù Bambino (n. 2 gennaio 1873 - + 30 settembre 1897) negli ultimi giorni di vita rassicurò le consorelle che l'ingresso in cielo non le avrebbe impedito di continuare a lavorare per la salvezza delle anime,

Povere e amanti dei fratelli

povero.jpg

Povere e amanti dei fratelli….

Il cammino monastico è sostanzialmente cammino evangelico. Da dove cominciare? Un aneddoto può aiutarci a pensare:

“San Simeone di Tessalonica, detto il Nuovo Teologo dedicandosi alla vita spirituale, ebbe una visione di luce: vide la sua stanza tutta illuminata. Non vi dette peso. In seguito, ebbe una nuova visione di luce

“Rimanere”

carmelitane.jpg

Carmelitane di Cerreto di Sorano (Toscana)

Il ricorrente “Rimanere” della liturgia della Parola di questi giorni, orienta la nostra meditazione sul senso ultimo della nostra vocazione: “Stabilirci in Dio”, nella sua Parola, nell’offerta della vita, nell’intercessione per il mondo. “Un monaco è uno che prega per il mondo intero”,

Una vita di desiderio

vitadesiderio.jpg

Quando in silenzio ci rechiamo in coro, qualche minuto prima che inizi la preghiera comunitaria, è interessante osservare come la vita di ciascuna di noi resti lì, in attesa di un inizio corale, ecclesiale, nonché intimo e personale… in attesa di Dio. Stiamo ferme, davanti a Lui, senza vederlo, e non conosciamo la sua risposta alla nostra attesa. Noi siamo là,

Omelia per la Festa della Madonna del Carmelo 3

madonnadelcarmelo.jpg

Due sono i protagonisti evocati dalla celebrazione di questa sera: il profeta Elia, la Vergine del Carmelo. Ognuno di questi protagonisti porta con sé un messaggio spirituale, una proposta di testimonianza evangelica. Vediamo anzitutto il profeta Elia e la sua missione profetica sul Monte Carmelo,

Omelia per la festa della Madonna del Carmelo 2

olmc3.jpg

Oristano, piazza del Carmine 16 luglio 2011

Cari fratelli e sorelle,

Tre sono i protagonisti evocati dalla celebrazione di questa sera: il profeta Elia, la Vergine del Carmelo, il Beato Simone Stock. Ognuno di questi protagonisti porta con sé un messaggio spirituale, una proposta di testimonianza evangelica. Vediamo anzitutto il profeta Elia e la sua missione profetica sul Monte Carmelo,

Syndicate content
Come Carmelitani, viviamo in ossequio di Gesù Cristo e servirlo fedelmente con cuore puro e retta coscienza impegnandoci nella ricerca del volto del Dio vivente (dimensione contemplativa della vita), nella preghiera, nella fraternità e nel servizio (diakonia) in mezzo al popolo. Questi tre elementi fondamentali del carisma non sono valori separati o senza connessione, bensì strettamente legati l’uno all'altro.


by Dr. Radut