Salta al contenuto principale

Commissione Generale per la Giustizia, la Pace e l’Integrità del Creato

Commissione Generale per la Giustizia, la Pace e l’Integrità del Creato
26/2019 – 21 – 05

Dal 6 all’11 maggio la Commissione Generale per la Giustizia, la Pace e l’Integrità del Creato ha avuto l’ultimo incontro del sessennio. Fin dall'inizio, nel 2014, tale Commissione ha preso l'impegno di promuovere la formazione, lo sviluppo e l'animazione delle strutture della GPIC appartenenti alla Famiglia Carmelitana. Nel corso degli ultimi cinque anni, la Commissione ha lavorato alla pubblicazione di un manuale carmelitano della GPIC, dal titolo: "Dalla contemplazione all’azione: Manuale per la Giustizia, la Pace e l’Integrità del Creato nella tradizione carmelitana". Al termine del suddetto incontro se ne è consegnata una copia al Priore Generale, P. Fernando Millan Romeral, O.Carm. Il documento evidenzia che, nella coscienza carmelitana, è esistito da sempre il desiderio di porsi al servizio di Dio e del prossimo nei ministeri della preghiera, della pastorale, dell’educazione e dell’assistenza. Durante il Congresso Internazionale della GPIC, tenuto a Fatima nel luglio 2017, i partecipanti avevano espresso la necessità di avere un manuale che aiutasse coloro che lavorano nel contesto della GPIC, offrendo informazioni sulla base, la natura e la metodologia dei ministeri carmelitani della GPIC.
Apprezzamento e gratitudine vanno a tutti i membri della Commissione, che provengono dai vari rami della Famiglia Carmelitana: frati, religiose e una laica. Essi sono: Conrad Mutizamhepo, O.Carm (Praeses), Hariawan Franciscus Adji, O.Carm. (Indo), Eduardo Agosta Scarel, O.Carm. (ACV), Mark Zittle, O.Carm. (SEL), Jane Remson, COLMC, Annah Theresa Nyadombo, HLMC ed Esther Martin Lozano (Karit). Anche P. Florent Dundji Dhenyi, O.Carm. (Ita-Con) (RIP), deceduto il 6 giugno 2017 nella Repubblica Democratica del Congo, è stato membro della Commissione.

Come Carmelitani, viviamo in ossequio di Gesù Cristo e lo serviamo fedelmente con cuore puro e retta coscienza, impegnandoci nella ricerca del volto del Dio vivente (dimensione contemplativa della vita), nella preghiera, nella fraternità e nel servizio (diakonia) in mezzo al popolo, sotto la protezione e la guida della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo che onoriamo come Madre e Sorella. Questi tre elementi fondamentali del carisma non sono valori separati o senza connessione, bensì strettamente legati l'uno all'altro.