Salta al contenuto principale

Incontro delle Federali e della Commissione per le Costituzioni delle monache

Incontro delle Federali e della Commissione per le Costituzioni delle monache
36/2019 – 09 – 06

Dal 21 al 29 maggio, presso il Centro di Sassone, in Italia, si è svolta la seconda assemblea delle Presidenti Federali e delle rappresentanti dei monasteri non federati dell’Ordine Carmelitano insieme alla Commissione per l’aggiornamento delle Costituzioni delle Carmelitane. All’incontro hanno partecipato anche alcuni assistenti e delegati provinciali. I primi tre giorni sono stati dedicati alla presentazione dei documenti Vultum Dei Quaerere e Cor Orans, secondo una prospettiva legata alla tradizione e alla spiritualità del Carmelo. Dopo la relazione iniziale del Delegato generale, P. Mario Alfarano, che ha guidato tutto l’incontro, vi sono state alcune comunicazioni introduttive su: l’aggiornamento delle Costituzioni dei frati (P. Michael Farrugia, Procuratore Generale), l’esperienza dei frati e delle monache domenicani (sr. Claudia Benigno, OP), e la storia delle Costituzioni delle monache carmelitane (Vera Frantellizzi). Mons. Filippo Iannone e P. Rafal Wilkowski, OCD, hanno relazionato sulle prime tre parti della Cor Orans, a cui hanno fatto seguito alcune comunicazioni su alcuni temi concreti: la federale (Sr. M. Sagrario Lorite, VAL), le fondazioni (Sr. M. Clare Kasichana, MUT), le soppressioni (Sr. M. Dolores Dominguez, COR) e le affiliazioni dei monasteri (Sr. Miriam Tamiano, CER), la clausura (Sr. Lourdes Aviles) e i mezzi di comunicazione (Sr. Marianna Caprio, VET). Il tema della formazione è stato trattato dal punto di vista di una formatrice (Sr. Madonna Morales, WAH), della formazione permanente di una comunità (Sr. Carmen Izquierdo, BAR) e dell’animazione in una federazione (Sr. M. Elena Tolentino, BUR).
Il 25 maggio tutti i 35 partecipanti si sono recati in pellegrinaggio nei luoghi di S. Maria Maddalena de’ Pazzi a Firenze dove il Priore Generale, P. Fernando Millán, ha presieduto l’eucarestia nel monastero della Santa. Per il pranzo, invece, sono stati ospiti della comunità (i frati e le famiglie) del Carmine di Firenze. Gli ultimi tre giorni sono stati interamente dedicati al lavoro della Commissione sulle Costituzioni.

 

Come Carmelitani, viviamo in ossequio di Gesù Cristo e lo serviamo fedelmente con cuore puro e retta coscienza, impegnandoci nella ricerca del volto del Dio vivente (dimensione contemplativa della vita), nella preghiera, nella fraternità e nel servizio (diakonia) in mezzo al popolo, sotto la protezione e la guida della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo che onoriamo come Madre e Sorella. Questi tre elementi fondamentali del carisma non sono valori separati o senza connessione, bensì strettamente legati l'uno all'altro.