Salta al contenuto principale

Assemblea della Federazione di Santa Maria Maddalena de 'Pazzi

<p><em>Sr. M. Anastasia di Gerusalemme, Carmelo di Ravenna </em></p>

Nei giorni 28-31 marzo 2011 si è svolta presso l’istituto “Il Carmelo” di Sassone la I Assemblea elettiva della Federazione “S. Maria Maddalena de’ Pazzi” dei Monasteri italiani del nostro Ordine, alla quale hanno partecipato le priore e le delegate degli 11 monasteri aderenti.

I lavori si sono svolti in un clima di profonda comunione tra sorelle, di collaborazione e intesa reciproche, di apertura e scambio, sempre sostenuti dalla speranza per questa nuova realtà, nata appena lo scorso anno.

La preghiera ha accompagnato tutti i momenti delle giornate, dalla celebrazione dell’Eucaristia, al canto della Liturgia corale, all’adorazione, anche prolungata, fatta tutte insieme, per chiedere allo Spirito la luce del discernimento nelle scelte da compiere.

Anche la presenza di p. Josef Jančář e p. Christian Körner, come la guida attenta e puntuale di p. Matteo Palumbo, assistente spirituale della Federazione, hanno contribuito a rendere i lavori più fruttuosi, più ricchi e attenti a tutte le situazioni e alle necessità delle diverse realtà che animano i nostri monasteri.

La prima giornata è stata dedicata al discernimento, all’ascolto della voce dello Spirito, come anche a rivivere, in una memoria di fede, il lungo cammino fatto negli anni passati, attraverso gesti e momenti di comunione fra i monasteri.

Insieme abbiamo potuto nuovamente rendere grazie al Signore per averci condotte, di generazione in generazione, fino a questo momento di grazia.

Il giorno 29 marzo, dopo aver vissuto la mattinata dando ampio spazio all’adorazione, nel pomeriggio abbiamo iniziato il momento dell’elezione. Lo Spirito santo ha donato come prima Presidente della Federazione dei nostri monasteri sr. M. Martina del Sacro Cuore, del monastero di Sutri.

L’Eucaristia di ringraziamento e la serata di gioiosa fraternità ci hanno preparate a vivere la giornata del 30 marzo con rinnovata gioia e apertura. La mattinata è stata dedicata all’elezione delle 4 Consigliere, mentre il pomeriggio ai lavori dell’Assemblea su alcuni temi per noi importanti, come i corsi di formazione, i rapporti e la collaborazione dei monasteri con le altre realtà della nostra Famiglia Carmelitana, in particolare con i padri, o anche le difficoltà più forti che alcuni monasteri si trovano ad affrontare per anzianità e scarsità di membri.

Anche la mattinata del 31 marzo è stata dedicata allo scambio fraterno in questo senso, sempre arricchito dalla viva partecipazione di tutte.

L’Eucaristia, ancora una volta, ci ha accompagnate nella chiusura di questo momento così significativo per la storia dei nostri Carmeli e per la crescita dei nostri rapporti di amicizia tra sorelle, chiamate a vivere tutte la stessa meravigliosa vocazione e profezia all’interno dell’Ordine e della Chiesa.

Come Carmelitani, viviamo in ossequio di Gesù Cristo e lo serviamo fedelmente con cuore puro e retta coscienza, impegnandoci nella ricerca del volto del Dio vivente (dimensione contemplativa della vita), nella preghiera, nella fraternità e nel servizio (diakonia) in mezzo al popolo, sotto la protezione e la guida della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo che onoriamo come Madre e Sorella. Questi tre elementi fondamentali del carisma non sono valori separati o senza connessione, bensì strettamente legati l'uno all'altro.