Salta al contenuto principale

Boemia e Moravia

Nel 1411 fu creata la Provincia di Boemia, separata dalla Provincia della Germania Superiore, con i due conventi di Praga (1347) e di Tachov (1385) e con altri conventi in Polonia, Bielorussia e Ungheria. Nel 1440, dopo la guerra degli Ussari, i conventi di Boemia furono restituiti alla Provincia della Germania Superiore.

Nel 1462 fu fondata di nuovo la Provincia di Polonia e Boemia, e dopo la distruzione della Provincia durante la Riforma, nel 1593 la Boemia fu eretta di nuovo come Provincia titolare. Dopo diversi cambiamenti, nel 1781 la Provincia di Boemia fu soppressa dall'Imperatore Josef II.
Nel 1908 fu fondato il convento di Kostelni Vydri il quale fu incorporato alla Provincia della Germania Superiore nel 1922 e nel 1927, posto sotto la giurisdizione immediata del Priore Generale dell'Ordine. Nel 1949 gli Ordini religiosi furono soppressi dal governo comunista. Però alcuni frati carmelitani riuscirono a sopravvivere e promuovere la vita carmelitana nella clandestinità, addirittura ammettendo altri fratelli all'Ordine. La Delegazione Generale dell'allora Cecoslovacchia è stata eretta dal Consiglio Generale in segreto il 2 ottobre 1984. Verso la fine del 1989, da quando la nazione ha avuto felicemente la sua libertà, le comunicazioni dei frati nella Rep. Ceca con il Consiglio Generale dell'Ordine sono tornate alla normalità.
Attualmente la Delegazione Generale della Boemia e Moravia è formata da circa 20 religiosi impegnati nella Repubblica Ceca e in Italia.
 

shieldOCarm

Come Carmelitani, viviamo in ossequio di Gesù Cristo e lo serviamo fedelmente con cuore puro e retta coscienza, impegnandoci nella ricerca del volto del Dio vivente (dimensione contemplativa della vita), nella preghiera, nella fraternità e nel servizio (diakonia) in mezzo al popolo, sotto la protezione e la guida della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo che onoriamo come Madre e Sorella. Questi tre elementi fondamentali del carisma non sono valori separati o senza connessione, bensì strettamente legati l'uno all'altro.