Salta al contenuto principale

Devoti

L'ossequio di Cristo e di Maria, come è inteso e vissuto secondo il carisma dell'Ordine, diventa nella Famiglia del Carmelo la realtà a cui i fedeli tendono. Possono contare sull'aiuto e sostegno di tutti i fratelli e sorelle nella comunione dello stesso ideale. I membri della Famiglia Carmelitana vivono il loro impegno in diversi modi:

nel "deserto", nella vita fraterna, nell'apostolato, sulle strade del mondo, operando per il regno di Cristo con Maria. Le forme istituzionali, riconosciute ed erette dall'Ordine, contribuiscono a mettere in rilievo il carattere comunitario della famiglia di coloro che, sollecitati dallo Spirito, intendono orientare tutta l'esistenza nel mondo - in unione con Maria - a gloria di Dio. Così il far parte della fraternità dell'Ordine dei Fratelli della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo e l'assumere come segno di appartenenza lo Scapolare, diventano per i fedeli strumento di vita cristiana con caratteristiche particolari:
* Vivere da "fratelli" o "sorelle" di Maria in comunione con il Carmelo, approfondendone lo spirito, vivendone gli ideali e la storia, pregando e collaborando con esso, perché nella fedeltà al proprio carisma e alla propria vocazione, rifletta nel mondo Maria che dona a tutti Gesù. 
* Dare a Maria sempre più spazio nella propria esistenza, cercando di vivere nel proprio ambiente la fedeltà a Cristo con lo spirito di Maria:
- nella fede che si fa sguardo e preghiera, accoglienza e dialogo con Dio;
- nella speranza che si fa disponibilità a Dio;
- nella carità che si abbandona alla volontà del Signore per essere vero dono ai fratelli, specialmente ai più piccoli e umili. 
* Imitare la "Vergine orante" che "custodiva la parola di Dio nel suo cuore" (cf. Lc 2,19.51), dedicando qualche tempo d'incontro con Dio nella preghiera, meditando i misteri della salvezza, partecipando con fede al culto della Chiesa, specialmente all'Eucaristia, recitando ogni giorno qualche Ora Liturgica o alcuni salmi o il santo Rosario. Fare in modo che, nell'attenzione alla presenza del Dio vivo, ogni aspetto della vita diventi orazione e l'orazione vita, nel realismo degli impegni e del lavoro. 
* Comunicare al mistero pasquale di Cristo anche per mezzo dell'abnegazione volontaria, vissuta nello spirito del Carmelo guardando a Maria, dall'anima trapassata da una spada (cf. Lc 2,35), che "serbò fedelmente la sua unione col suo Unigenito e associandosi con animo materno al sacrificio di lui" (Lumen Gentium 58). 
* Far trasparire l'amore di Dio. La "Vergine purissima" lascia trasparire, senza alcuna resistenza e opacità, in tutto il suo essere l'amore di Dio che la investe personalmente e l'apre a tutta l'umanità. Così, Ella affascina ed attrae i devoti, che custodiscono cuore e sensi, anima e corpo, aperti all'amore di Dio, ricercato ed atteso in tutto e al di sopra di tutto. I fedeli si rendono disponibili a ricevere tutta la santità che Dio stesso immette nelle relazioni umane e nell'amore del prossimo, valorizzando il corpo come "luogo" di Dio (cf. Cor 3,16; 16,17), e linguaggio di amore e comunicazione. 
* Impegnarsi nelle opere dell'Evangelizzazione. Chi porta lo Scapolare si identifica con la missione del Carmelo: essere nel mondo segno profetico dell'unione con Dio, lavorare per la venuta del regno di Dio, con segni visibili di comunione, riconciliazione, giustizia, cura dei malati, ascolto del grido del povero. 
* Favorire nella misura del possibile la comunione fraterna tra i membri della fraternità mediante convegni e riunioni che alimentino e confermino tutte queste finalità proprie.  Lo Scapolare è segno dell'amore di Maria, icona della bontà e della misericordia della SS.ma Trinità. L'impegno di vita è risposta a quell'amore, ed è frutto delle ricchezze ed energie spirituali riversate nel cuore dei devoti.

shieldOCarm

Come Carmelitani, viviamo in ossequio di Gesù Cristo e lo serviamo fedelmente con cuore puro e retta coscienza, impegnandoci nella ricerca del volto del Dio vivente (dimensione contemplativa della vita), nella preghiera, nella fraternità e nel servizio (diakonia) in mezzo al popolo, sotto la protezione e la guida della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo che onoriamo come Madre e Sorella. Questi tre elementi fondamentali del carisma non sono valori separati o senza connessione, bensì strettamente legati l'uno all'altro.