Salta al contenuto principale

Gioia nella comunità contemplativa - Rallegrarsi nelle profondità del silenzio

di Commissione Generale per l’Evangelizzazione e Missione

Silenzio nel cuore, silenzio in preghiera, silenzio dove viviamo, silenzio in un mondo chiassoso…

Ascoltare la Scrittura

Per la sua costruzione si usarono pietre lavorate e intere; durante i lavori nel tempio non si udì rumore di martelli, di piccone o di altro arnese di ferro. (1 Re 6, 7)

Gli fu detto: «Esci e fermati sul monte alla presenza del Signore». Ecco, il Signore passò. Ci fu un vento impetuoso e gagliardo

da spaccare i monti e spezzare le rocce davanti al Signore, ma il Signore non era nel vento. Dopo il vento ci fu un terremoto, ma il Signore non era nel terremoto. Dopo il terremoto ci fu un fuoco, ma il Signore non era nel fuoco. Dopo il fuoco ci fu il mormorio di un vento leggero. Come l'udì, Elia si coprì il volto con il mantello, uscì e si fermò all'ingresso della caverna. Ed ecco, sentì una voce che gli diceva: «Che fai qui, Elia?». (1 Re 19,11-13)

Ascoltare la Tradizione Carmelitana

La Regola ci invita a dimorare da soli nella cella, che “riscalda il figlio della grazia come frutto del suo seno, lo nutre, lo abbraccia e lo conduce alla pienezza della perfezione rendendolo degno dell’intimità di Dio”. Questa cella non è solo struttura esteriore, ma va costruita nel proprio intimo: là dimora Dio e là ci invita a entrare per cercarlo. (RIVC, 35)

La scelta per la redenzione è stata concepita nell’eterno silenzio della vita divina. La forza dello Spirito Santo investì la Vergine che, nascosta, pregava nella sua silenziosa stanza a Nazareth, portando il nostro Salvatore Incarnato; la Chiesa primitiva, riunita attorno alla Vergine che silenziosamente pregava, attendeva l’imminente promessa effusione dello Spirito che stava per risvegliarla ad una più chiara consapevolezza di sé e a una più grande fecondità fuori di sé.

… La Vergine, che serbava ogni parola di Dio nel suo cuore, è il modello per tutte quelle anime pronte e vigili nelle quali riecheggia la preghiera sacerdotale di Gesù, che in queste torna perenemmente alla vita. (Edith Stein, The Hidden life, pp. 11-13)

Ascoltare la Tradizione della Chiesa

Nel deserto si torna a scoprire il valore di ciò che è essenziale per vivere; così nel mondo contemporaneo sono innumerevoli i segni, spesso manifestati in forma implicita o negativa, della sete di Dio, del senso ultimo della vita. E nel deserto c’è bisogno soprattutto di persone di fede che, con la loro stessa vita, indichino la via verso la Terra promessa e così tengono viva la speranza». In ogni caso, in quelle circostanze siamo chiamati ad essere persone-anfore per dare da bere agli altri. A volte l’anfora si trasforma in una pesante croce, ma è proprio sulla Croce dove, trafitto, il Signore si è consegnato a noi come fonte di acqua viva. Non lasciamoci rubare la speranza! (Evangelii Gaudium, 86)

Per riflettere

Cosa significa il silenzio per me? In che modo esso porta frutto nella mia vita?

Salmodia (dal Salmo 37)

Confida nel Signore e fa' il bene;

    abita la terra e vivi con fede.

Cerca la gioia del Signore,

 esaudirà i desideri del tuo cuore.

Manifesta al Signore la tua via;

    confida in lui: compirà la sua opera.

Sta' in silenzio davanti al Signore e spera in lui…

Preghiera

O Dio nostro Padre, insegnaci a coltivare un silenzio più profondo; che esso possa erompere dai nostri cuori per cercare senza sosta il tuo volto. Illuminaci attraverso la contemplazione del tuo Figlio amato, affinché la visione della sua gloria ci trasformi. Per Cristo, nostro Signore. Amen.

Dossologia

Che il Cristo abiti per la fede nei vostri cuori e così, radicati e fondati nella carità, siate in grado di comprendere con tutti i santi quale sia l'ampiezza, la lunghezza, l'altezza e la profondità, e conoscere l'amore di Cristo che sorpassa ogni conoscenza, perché siate ricolmi di tutta la pienezza di Dio. (Ef 3,17-19)

Come Carmelitani, viviamo in ossequio di Gesù Cristo e lo serviamo fedelmente con cuore puro e retta coscienza, impegnandoci nella ricerca del volto del Dio vivente (dimensione contemplativa della vita), nella preghiera, nella fraternità e nel servizio (diakonia) in mezzo al popolo, sotto la protezione e la guida della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo che onoriamo come Madre e Sorella. Questi tre elementi fondamentali del carisma non sono valori separati o senza connessione, bensì strettamente legati l'uno all'altro.