Salta al contenuto principale

Provincia Australiana e Timor Est

Dopo la breve vita della missione a Merthyr Tydvil nel Galles, la Provincia carmelitana irlandese si impegnò in una nuova fondazione nella lontana terra d'Australia, dove dall'Irlanda arrivarono molti esiliati politici. Fra i deportati a Botany Bay (dopo la ribellione del 1798) c'erano due laici carmelitani, James Dempsey e John Butler, membri del Terz'Ordine o della Confraternita dello Scapolare,

che arrivarono a Sidney nel 1802. Il primo fu il capo religioso della comunità cattolica senza sacerdote, e sorvegliante nella costruzione della prima cattedrale di St. Mary. Un sacerdote carmelitano, P. Samuel Coote, prestò il suo servizio in Tanzania per poco tempo (1824-1825).

Nel 1881 la Provincia Irlandese accettò l'invito del vescovo di Adelaide di assunsere la cura spirituale dei cattolici a Gawler. La prima comunità carmelitana fu formata dai PP. Joseph Butler (priore), Brocard Leybourne, Ignatius Carr, Patrick Shaffrey e Hilarion Byrne. Nel 1902 i Carmelitani lasciarono Gawler per andare a Port Adelaide. Quattro anni dopo, nel 1906, presero l'impegno delle neo-parrocchie di Port Melbourne e Middle Park. Questi tre conventi, insieme alla casa del noviziato ad Albert Park, fondata nel 1928, costituirono il Commissariato Generale con il P. Francis Power Commissario.

Con l'erezione del convento per gli studi (1937), il Commissariato ottenne tutti i requisiti per l'autonomia. Il sogno si realizzò nel 1948. In quel tempo la Provincia Australiana contava 41 membri e 7 case. Il primo Provinciale è stato il P. Joseph Nugent. Nel Capitolo del 2001 la Provincia Australiana ha deciso di aprire una missione a Timor Est.

Attualmente la Provincia è formata da circa 60 religiosi impegnati in Australia, Timor Est, Stati Uniti d'America e Italia.


Per ulteriori informazioni: Provincia Australiana e Timor Leste

Carmelite Priory
75 Wright Street
MIDDLE PARK, VIC 3206
Tel. 03-9686 3455
Fax 03-9699 1944



 

Come Carmelitani, viviamo in ossequio di Gesù Cristo e lo serviamo fedelmente con cuore puro e retta coscienza, impegnandoci nella ricerca del volto del Dio vivente (dimensione contemplativa della vita), nella preghiera, nella fraternità e nel servizio (diakonia) in mezzo al popolo, sotto la protezione e la guida della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo che onoriamo come Madre e Sorella. Questi tre elementi fondamentali del carisma non sono valori separati o senza connessione, bensì strettamente legati l'uno all'altro.