Salta al contenuto principale

La Beata Vergine "Porta della Misericordia" a Roma per il Giubileo

A un giorno dall’inizio del Giubileo arriva a Roma, per la prima volta nella sua storia, l’Icona della Beata Vergine “Porta della Misericordia” dalla Chiesa di Przemienienia Panskiego di Jaroslaw in Polonia.

Il miracoloso quadro, venerato dal 1772, sarà esposto ai fedeli domani in Piazza San Pietro dove resterà fino al 9 dicembre 2015.

La sacra Icona della Beata Vergine “Porta della Misericordia” per la prima volta dalla sua creazione, datata intorno al XVII secolo, viene spostata dalla Chiesa greco-cattolica di Jaroslaw, dove è conservata, e raggiunge Roma a un giorno dall’inizio del Giubileo. L’eccezionale evento, reso possibile grazie agli accordi tra l’Ambasciatore della Polonia presso la Santa Sede, Piotr Nowina-Konopka, e le Autorità Responsabili dei Beni Culturali in Polonia, darà la possibilità ai migliaia di fedeli che parteciperanno alla giornata inaugurale del Giubileo della Misericordia di venerare il miracoloso quadro. Fonti storiche, risalenti al 1772, attestano che chi si fosse recato a venerare la Sacra Icona avrebbe ricevuto miracoli. A questo proposito, i Pontefici Clemente XII e Clemente XIV concessero l’indulgenza ai fedeli che chiesero le grazie alla Madonna “Porta della Misericordia”. Il culto del miracoloso quadro di legno è attestato e confermato anche dalla Bolla papale di Pio VI nel 1779. L’apice della fama del quadro ebbe un importante declino con lo scoppio della II Guerra Mondiale e, in particolare, con le censure messe in atto dal governo di stampo comunista che ebbe il sopravvento nell’immediato secondo dopoguerra. Nel 1996, il Santo Giovanni Paolo II, coronò l’icona della Madonna. 

Come Carmelitani, viviamo in ossequio di Gesù Cristo e lo serviamo fedelmente con cuore puro e retta coscienza, impegnandoci nella ricerca del volto del Dio vivente (dimensione contemplativa della vita), nella preghiera, nella fraternità e nel servizio (diakonia) in mezzo al popolo, sotto la protezione e la guida della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo che onoriamo come Madre e Sorella. Questi tre elementi fondamentali del carisma non sono valori separati o senza connessione, bensì strettamente legati l'uno all'altro.