Salta al contenuto principale

Commissione di Giustizia, Pace e Integrità del Creato

Conrad Mutizamhepo

Bisogna indossare la corazza della giustizia, in modo che abbiate da amare il Signore Dio vostro con tutto il cuore e con tutta l'anima e con tutta la forza e il prossimo vostro come voi stessi (Regola, 19).

[La comunità carmelitana é] solidale e anche pronta a collaborare con tutti gli uomini che soffrono, sperano e si impegnano nella ricerca del Regno di Dio. (...) Questo modo

di essere "in mezzo al popolo" é segno e testimonianza profetica di rapporti nuovi, amicali, fraterni tra gli uomini e le donne ovunque. È profezia di giustizia e di pace nella società e tra i popoli (Cost., 21; 24).

La giustizia, la pace e l'integrità del creato (GPIC) sano questioni costitutive nella proclamazione del Regno di Dio. Papa Francesco ha dato loro nuovo fervore nella Evangelii Gaudium mettendo in evidenza che "Ogni cristiano e ogni comunità sono chiamati ad essere strumenti di Dio per la liberazione e la promozione dei poveri, in modo che essi possano integrarsi pienamente nella società; questo suppone che siamo docili e attenti ad ascoltare il grido del povero e soccorrerlo. (...) e ciò implica sia la collaborazione per risolvere le cause strutturali della povertà e per promuovere lo sviluppo integrale dei poveri, sia i gesti più semplici e quotidiani di solidarietà di fronte alle miserie molto concrete che incontriamo" (EG, 187-8). Per raggiungere e pro-muovere la costruzione del Regno di Dio, la Commissione cerca di sensibilizzare, animare, partecipare alla promozione della attenzione preferenziale dei Carmelitani per il benessere dei piccoli della storia, e il coinvolgimento nelle questioni della giustizia, della pace e dell'integrità del creato in contesti particolari.

  • Conrad Mutizamhepo (praeses)
  • Hariawan Adji (Indo)
  • Eduardo Agosta Scarel (Arag-Cast)
  • Florentio Dundji Dhenyi (Ita-RDC)
  • Charles Hoey (Hib)
  • Ester Martin
  • Sr. Theresa Nyadombo (HLMC)
  • Sr. Jane Ramson (O.Carm.-NGO)
  • Mark Zittle (SEL)
Come Carmelitani, viviamo in ossequio di Gesù Cristo e lo serviamo fedelmente con cuore puro e retta coscienza, impegnandoci nella ricerca del volto del Dio vivente (dimensione contemplativa della vita), nella preghiera, nella fraternità e nel servizio (diakonia) in mezzo al popolo, sotto la protezione e la guida della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo che onoriamo come Madre e Sorella. Questi tre elementi fondamentali del carisma non sono valori separati o senza connessione, bensì strettamente legati l'uno all'altro.