Salta al contenuto principale

Informazione: Pellegrinaggio della Speranza

  1. Il luogo scelto per l’incontro sarà il “Carmelo” a Sassone, che è situato poco fuori da Roma, dal 19° (arrivi) al 25° (partenze) di Luglio 2010.
  2. Il pellegrinaggio è per giovani di un’età compresa tra i 18 (non più piccoli) e 25 (o comunque non superiori ai 30) anni, appartenenti alle comunità dei Carmelitani di Europa.
  3. Questo pellegrinaggio è il primo evento che coinvolge in modo nuovo i giovani di Europa nella vita dell’Ordine, e avrà anche il compito di preparare il terreno in vista della Giornata Mondiale della Gioventù, che si terrà a Madrid nel 2011.
  4. L’obiettivo dell’incontro è di offrire ai nostri giovani una via per seguire Cristo nella famiglia Carmelitana nel mondo di oggi, ascoltarli, entrare in relazione con loro riguardo al tema della “Speranza”, pregare, condividere e riflettere insieme, e lavorare per una continuità anche dopo la conclusione del pellegrinaggio, in vista di Madrid 2011 e oltre.
  5. Ogni comunità locale è invitata a mandare due giovani inseriti nel lavoro delle proprie comunità.
  6. 6. La speranza è di arrivare ad avere la partecipazione di almeno 300 giovani. Oltre a ciò si spera di avere presenti, insieme a tutti questi giovani, i nostri studenti Carmelitani insieme ai loro maestri.
  7. Chiediamo ad ogni provincia di pensare ad un proprio programma di avvicinamento e preparazione per i giovani durante l’anno, affinché siano preparati adeguatamente alla partecipazione all’evento. Un programma dettagliato sarà inviato ai responsabili della pastorale giovanile a tempo debito.
  8. Un’icona intitolata “Madre della Speranza” è stata commissionata alle monache Carmelitane di Ravenna e un programma sarà organizzato così che essa possa girare per ogni provincia prima del pellegrinaggio il prossimo Luglio.
  9. contatto: Carmelitani nelle provincie.


  • I membri della commissione sono il Consigliere Generale per l’Europa, John Keating O. Carm., il Consigliere Generale delegato per i giovani Raul Maravi O. Carm., il Responsabile della Commissione David Oliver O. Carm. (Arago), Thomas Feiten O.Carm (GerS), Luca Sciarelli O. Carm. (It) O. Carm., Dave Twohig O. Carm (Hib) ed infine due giovani laici di Spagna Maria Josè Varela e Juan Josè Seva.
Come Carmelitani, viviamo in ossequio di Gesù Cristo e lo serviamo fedelmente con cuore puro e retta coscienza, impegnandoci nella ricerca del volto del Dio vivente (dimensione contemplativa della vita), nella preghiera, nella fraternità e nel servizio (diakonia) in mezzo al popolo, sotto la protezione e la guida della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo che onoriamo come Madre e Sorella. Questi tre elementi fondamentali del carisma non sono valori separati o senza connessione, bensì strettamente legati l'uno all'altro.