Menu

carmelitecuria logo it

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

Displaying items by tag: Calendar of Feasts and Memorials

Giovedì, 07 Luglio 2022 14:09

Memoria della B. Giovanna Scopelli, Vergine

Dalle ceneri, nuove fiamme 

Nella seconda metà del XVIII secolo, la vita religiosa era stata indebolita dalle continue interferenze dei monarchi cattolici negli affari interni dell'Ordine. Joachim Smet, nella sua monumentale storia dell'Ordine, scrive: "L'attacco frontale della Rivoluzione francese, di Napoleone e dei governi liberali ha lasciato solo rovine". 

I nemici della Chiesa non si resero conto che stavano derubando i religiosi non solo dei loro beni materiali, ma anche di quella perla di grande prezzo per la quale si erano sacrificati: una vita di intimità con Dio nella preghiera e nella buona compagnia dei fratelli. La distruzione della loro vita di preghiera in comunità è stata la più grave privazione subita dai religiosi. Inoltre, essendo stati ingiustamente privati del loro diritto di esistere come entità corporativa, i religiosi non potevano più vivere la vita di povertà evangelica alla quale si erano impegnati in coscienza con le promesse più solenni".

Il segretario della Congregazione dello Stato degli Ordini Religiosi, in una relazione preliminare a Papa Pio IX (1847) dipinse un quadro a tinte fosche dello stato in cui era stata ridotta la vita religiosa. Tuttavia, per l'Ordine Carmelitano, ormai in via di estinzione, questo periodo vide un numero crescente di membri riconosciuti dalla Chiesa come "beati". Oltre a Giovanna Scopelli, monaca carmelitana del XV secolo, nel 1771 la Chiesa onorò Angelo Agostino Mazzinghi (1761), Luigi Rabata (1841), Avertanus e Romaeus (1842), Louis Morbioli (1843), Jacobinus (1845), Francesca d'Amboise (1863), Arcangela Girlani (1864), Giovanni Soreth (1866) e Battista Spagnoli (1885).

Per saperne di più sulla Beata Giovanna Scopelli, leggi qui

Published in Annunci (CITOC)
Venerdì, 10 Giugno 2022 15:44

Memoria del B. Ilarione Januszewski Martire

Il 12 giugno si celebra la memoria del Beato Ilarione Januszewski.

P. Ilarione Januszewski nacque l'11 giungo 1907 a Krajenki (Polonia) e fu dato il nome di Pawel. Fu educato cristianamente dai suoi genitori Martin e Marianne.

Dopo aver frequentato il collegio di Greblin (dove la sua famiglia risiedeva dal 1915), continuò i suoi studi nell'Istituto di Suchary che abbandonò più tardi per problemi economici familiari. Nel frattempo la sua famiglia si trasferì a Cracovia, dove conseguì altri studi e nel 1927 entrò nell'Ordine Carmelitano. Dopo aver compiuto il noviziato a Leopoli, il 30 dicembre 1928, emise la professione semplice. Alla fine degli studi filosofici a Cracovia, fu inviato al Collegio Internazionale Sant'Alberto a Roma. Fu ordinato sacerdote il 15 luglio 1934. Avendo ottenuto il lettorato in teologia e il premio destinato agli studenti più bravi dell'Accademia Romana di S. Tommaso, nel 1935 ritornò in Polonia nel convento di Cracovia.

Appena ritornato in Polonia venne nominato professore di Teologia Dogmatica e della Storia della Chiesa nell'istituto della Provincia Polacca a Cracovia. Il 1 novembre 1939, P. Eliseo Sánchez-Paredes, Provinciale, lo nominò priore della comunità. A quel tempo, da poche settimane, la Polonia era occupata dai tedeschi. Un anno dopo, gli invasori decretarono l'arresto di numerosi religiosi e sacerdoti. Il 18 settembre 1940, dal Carmelo di Cracovia, furono deportati dalla gestapo quattro frati. Nel mese di dicembre, all'arresto di altri frati, P. Ilarione decise di consegnarsi in cambio di un frate più anziano e malato. Da quel giorno incominciò il suo calvario. Venne inviato nella prigione di Montelupi (Cracovia), nel campo di concentramento di Sachsenchausen e nell'aprile 1941 nel campo di concentramento di Dachau. Là fu un esempio di vita di preghiera, incoraggiando gli altri e suscitando fiducia in un domani migliore. Insieme agli altri Carmelitani, fra i quali il beato Tito Brandsma, si radunava spesso per la preghiera.

Nel frattempo, nel campo di concentramento, nella baracca 25, dilagava il tifo. Per assistere i malati si presentarono alle autorità del campo 32 sacerdoti. Un paio di giorni dopo si associò spontaneamente il P. Ilarione Januszewski. Il suo apostolato durò 21 giorni, perché infettato dal tifo, morì il 25 marzo 1945, pochi giorni prima dalla liberazione del campo di concentramento. Il suo corpo fu bruciato nel crematorio campestre di Dachau.

P. Ilarione Januszewski è stato beatificato da Giovanni Paolo II il 13 giugno 1999, durante il suo viaggio apostolico a Varsavia (Polonia). In questa occasione il Papa ha beatificato 108 martiri polacchi della seconda guerra mondiale, vittime della persecuzione nazista. 

Un libro multilingue sul Beato Ilarione Januszewski è disponibile presso le Edizioni Carmelitane. Il libro, che permette al lettore di conoscere la vita di questo carmelitano e il dono ultimo della propria vita per altri prigionieri, è scritto in polacco, inglese, italiano e spagnolo e può essere acquistato ad un prezzo speciale per la sua festa a soli 12 euro (spese di spedizione non incluse).

Per effettuare l'ordine contattare le Edizioni Carmelitane:
TEL.: +39-0646201807
FAX: +39-0646201808
C.C.P.: 14069009
BIC/SWIFT: BPPIITRRXXX
IBAN: IT67 Z076 0103 2000 0001 4069 009
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Published in Annunci (CITOC)
Mercoledì, 25 Maggio 2022 12:08

Festa di Santa Maria Maddalena de' Pazzi, Vergine

Maria Maddalena porta il nome della nobile famiglia de' Pazzi di Firenze, che già nel secolo XV aveva un grande influsso politico.

Nata il 2 aprile 1566, fu educata piamente, e fin dalla fanciullezza dimostrò senso profondo della presenza di Dio, amore ardente all'Eucarestia e forte inclinazione per lo spirito della penitenza.

Su consiglio del suo confessore, fu ammessa alla prima comunione all'età di 10 anni, contrariamente ai costumi dell'epoca. A diciassette anni venne accettata dalle monache carmelitane di Santa Maria degli Angeli di Firenze, sua città natale. Durante il noviziato una violenta malattia durata due mesi la ridusse in fin di vita, tanto che le fu concesso di anticipare la professione. Ma si riprese. Fu per tre anni sottomaestra, sagrestana e per sei anni maestra delle novizie; ebbe anche la cura delle giovani professe e nel 1604 fu eletta sottopriora. Indicibili sofferenze fisiche e una dura prova spirituale misero alla prova la sua pazienza e fu arricchita da Dio di grazie straordinarie. Morì il 25 maggio del 1607. Beatificata nel 1626, venne canonizzata il 28 aprile 1669.

Leggere di più qui

Published in Annunci (CITOC)
Venerdì, 28 Gennaio 2022 11:45

Beata Arcangela Girlani, Vergine

Il 29 gennaio celebriamo Beata Arcangela Girlani, al secolo Eleonora, nata nel 1460 a Trino nel Marchesato del Monferrato.
 
Prese l'abito carmelitano a soli 17 anni nel monastero di Parma, dove divenne anche priora.
 
In seguito ricoprì lo stesso incarico nel nuovo monastero di Mantova, da lei fondato, e dove morì il 25 gennaio 1495.
 
Si distinse per la sua speciale devozione alla Santa Trinità.
 
Il suo culto fu confermato da Papa Pio IX.
 
Preghiera
 
Padre del cielo,
che hai dato alla vergine Beata Arcangela Girlani
una particolare dedizione al mistero dell'eterna Trinità.
Che attraverso le sue preghiere
possiamo gustare le delizie della tua gloria
già qui sulla terra,
e guardarti per sempre in cielo.
Lo chiediamo per Cristo, nostro Signore.
 
Leggi di più qui
Published in Annunci (CITOC)
Giovedì, 20 Gennaio 2022 07:35

Beato Angelo Paoli, sacerdote

Angelo è nato il 1° Settembre del 1642.

Possiamo identificare due diversi periodi della sua vita: gli anni trascorsi nella sua provincia religiosa della Toscana, e quelli trascorsi a Roma.

Ovunque abbia operato durante il suo primo periodo di vita religiosa, ha sempre lasciato un’ottima impressione di un religioso immerso nel silenzio, nella preghiera e nella mortificazione, ma, più di tutto, donato alle opere di carità, sia spirituali che corporali, in favore dei malati e dei poveri.

A Roma ebbe la cura dei due ospedali (per uomini e per donne) di San Giovanni, e fondò un convalescenziario per i poveri nella strada che porta dal Colosseo alla basilica di San Giovanni in Laterano.

Il suo motto era “Chi cerca Dio lo troverà nei poveri”.

 

Leggi di più

Published in Annunci (CITOC)
Lunedì, 10 Gennaio 2022 13:46

Approvato il nuovo calendario liturgico

Il Vaticano ha approvato un nuovo calendario liturgico per l'Ordine. La Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti ha notificato del nuovo Calendario Proprio al nostro Ordine il 18 novembre 2021. Il calendario è stato approvato e firmato dagli ufficiali della congregazione il 6 novembre 2021, nella Festa di San Nuno Álvares Pereira.

P. Michael Farrugia, procuratore generale dell'Ordine, ha scritto una lettera che spiega i cambiamenti apportati. Questa lettera e il nuovo calendario, così come altri documenti, sono disponibili sul sito web dell'Ordine.

Sono state apportate alcune modifiche al calendario proprio del 1972 che è stato in uso fino ad ora. La Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti ha rivisto le date e i gradi delle celebrazioni secondo le norme del 1999.

Il nuovo calendario è diviso in due parti: la prima è destinata alle celebrazioni in tutto l'Ordine, mentre la seconda è un’Appendice destinata esclusivamente alle realtà locali. Nella prima parte sono indicate le date e i gradi delle celebrazioni: solennità, festa e memoria obbligatoria. Quando non è indicato nulla si deve intendere la memoria facoltativa. Per alcune memorie facoltative, poi, viene indicata la celebrazione obbligatoria in determinate province.

Nell’Appendice sono state spostate alcune memorie facoltative, che prima si potevano celebrare in tutto l’Ordine, mentre ora sono permesse in determinati territori. Inoltre, nell'Appendice, vengono indicati le date e i luoghi dove si potranno celebrare queste memorie facoltative.

La lettera di P. Michael e gli altri documenti lo spiegano in modo più approfondito:

Leggi pdf qui (121 KB) la Lettera all'Ordine, di Michael Farrugia O. Carm.

Leggi pdf qui (42 KB) il Decreto sul Calendarium proprium

Leggi pdf qui (16 KB) l'Approvazione del Calendarium proprium

Leggi pdf qui (68 KB) il Calendarium proprium

Published in Annunci (CITOC)
Venerdì, 07 Gennaio 2022 22:25

Festa di San Pier Tommaso, vescovo

L' 8 gennaio si celebra la festa di San Pier Tommaso.

A vent'anni San Pier Tommaso entrò nell'Ordine del Carmelo. Esercitò l'ufficio di Procuratore Generale dell'Ordine presso la Curia papale ad Avignone e succesivamente quello di predicatore apostolico, e fu nominato nel 1354 vescovo di Patti e Lipari.

Svolse le funzioni di legato pontificio presso re e imperatori del tempo per consolidare la pace e promuovere l'unione con le Chiese Orientali.

Leggi di più qui

Published in Annunci (CITOC)
Domenica, 26 Dicembre 2021 07:00

450° anniversario del Ven. Giovanni di s. Sansone

Il 29 dicembre 2021 si compie il 450° anniversario della nascita del Ven. Giovanni di san Sansone. Battezzato il giorno seguente a Sens, ebbe un'infanzia molto difficile. Rimase accecato da un medico incompetente dopo aver contratto la varicella e rimase orfano in giovane età.

Incontrò i carmelitani di Parigi in Place Maubert nel 1603 e si unì all'Ordine a Dol-de-Bretagne tre anni dopo. Quando fu trasferito a Rennes nel 1612, divenne l'anima spirituale della riforma della Touraine.

La sua profonda vita mistica lo rese un esperto maestro di vita spirituale. I suoi insegnamenti, dettati ai novizi e ai discepoli, sono giunti fino a noi in più di di 4,000 pagine manoscritte.

Si distingueva per l’amore alla solitudine e per la sua ricca esperienza di Dio che si traduceva in una vita di ardente carità verso Dio e i fratelli, in modo speciale i poveri e i malati, ai quali si rivolgeva con il suo carisma di guarigione.

Dopo tante sofferenze si spense in odore di santità il 14 settembre 1636 a Rennes. L’ultime sue parole sono state: “Sono inchiodato alla croce con Cristo”.

Esercizio di Aspirazione

Quale vantaggio avete avuto, Signore mio Dio, di creare l’universo, dal momento che non siete per questo più felice in Voi stesso? Non bastavate a Voi stesso per la Vostra beatitudine infinita, senza cominicarvi con la creazione a tante diverse creature, delle quali Voi sapevate bene che esse per la maggior parte non avrebbero dovuto servirvi in modo proficuo?

O bontà, o amore immenso! Voi avete voluto trarre queste creature in evidenza a se medesime dalle vostre divine ed eterne idee, per conoscerVi ed amarVi, e per operare sempre conformemente al Vostro eccellente amore; per non conoscere e non amare che Voi sopra ogni cosa, affinché per questo esse rimanessero sempre adorne della Vostra divina somiglianza, che è la loro bellezza e il loro perfezionamento sopranaturale.

Che è questo o amatore degli uomini e degli angeli? Quale distanza c’è dall’essere al non essere, come dall’essere al niente, dal quale il tutto è creato in sì grande e sì alta eccellenza che possiede?

Che se l’Angelo ha motivo di meravigliarsi di questo, nell’infinità della Vostra Maestà, del suo amore e della sua bontà infinita, quanto a maggior ragione noialtri uomini, che non siamo niente rispetto a loro, abbiamo giusto motivo di stupirci?

Published in Annunci (CITOC)
Martedì, 14 Dicembre 2021 08:26

Festa di San Giovanni della Croce

San Giovanni è nato, probabilmente nel 1540, a Fontiveros, vicino ad Avila in Spagna.

Come dice San Giovanni - per arrivare al Tutto che è Dio, è necessario che l'uomo dia tutto se stesso, non come uno schiavo ma ispirato dall'amore.

Canonizzato da Papa Benedetto XIII il 27 dicembre 1726, fu proclamato dottore della Chiesa da Pio XI il 24 agosto 1926.

Leggi pdf qui (63 KB) "Chi è San Giovanni della Croce per me?", di Suor Hernalyn U. Rebuton, INSC.

Guarda qui l'intervista con il Dr. John D. Love, S.T.D., sull'attualità di San Giovanni oggi.  L'audio originale è in inglese e i sottotitoli automatici in italiano possono essere attivati su YouTube.

Leggi di più qui

Published in Annunci (CITOC)
Giovedì, 25 Novembre 2021 14:23

Santo Padre promulga decreto sul B. Tito Brandsma

Nella giornata odierna, il Santo Padre, durante l'Udienza concessa a Sua Eminenza Reverendissima il Signor Cardinale Marcello Semeraro, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, ha autorizzato la medesima Congregazione a promulgare il Decreto riguardante il miracolo attribuito all'intercessione del Beato Tito Brandsma.

Rendiamo grazie a Dio per l'esito positivo ottenuto e continuiamo a pregare il Signore, sperando che presto si possa realizzare la canonizzazione del Beato Tito Brandsma.

Leggere qui il Bolletino della Sala Stampa della Santa Sede

Published in Annunci (CITOC)
Pagina 1 di 4

Avviso sul trattamento dei dati digitali (Cookies)

Questo sito web utilizza i cookies per eseguire alcune funzioni richieste e per analizzare la fruizione del nostro sito web. Raccoglieremo le tue informazioni solamente se completi i nostri moduli di iscrizione o di richiesta di preghiera, in modo da poter rispondere alla tua e-mail o inserire le tue intenzioni / richieste nella preghiera. Non utilizziamo i cookies per personalizzare i contenuti e gli annunci. Nessuna informazione, acquisita tramite i nostri moduli di contatto via posta elettronica, verrà condivisa con terze persone. "Le tue informazioni" restano "le tue informazioni personali".