carmelitecuria logo it

  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image
  • image

Africa

Progetto Globale del Consiglio Generale 2019-2025

Conrad Mutizamhepo, O.Carm.

Rimanga ognuno nella propria cella, o vicino ad essa, medi­tando giorno e notte la legge del Signore e vigilando in pre­ghiera, a meno che non debba dedicarsi ad altri giustificati impegni (Regola, 10).
Dal suo inizio l’Ordine Carmelitano ha assunto sia un vita di preghiera che un apostolato della preghiera. La preghiera è il centro ineliminabile della nostra vita e da essa sgorgano una comunità e un ministero autentici. La preghiera della comunità carmelitana è un segno per il mondo della Chiesa che prega (Costituzioni, 67).

Ispirandoci agli orientamenti fondamentali del nostro carisma e al contesto ecclesiale e sociale odierno, indichia­mo alcuni criteri che siano di orientamenti e di discerni­mento della nostra missione apostolica:

  • vita di fraternità e di preghiera in mezzo al popolo;
  • risposta ai bisogni della Chiesa universale e locale;
  • servizio preferenziale ai poveri e agli emarginati;
  • attenzione speciale alle questione della condizione femminile;
  • impegno per la pace e la giustizia;
  • cura di coloro che mostrano interesse per lo spirito, il patrimonio spirituale e la vita del Carmelo.

Così ci impegniamo ad ascoltare Dio che ci parla nel libro sacro e nella storia del nostro popolo (Costituzioni, 94).

View the embedded image gallery online at:
https://ocarm.org/it/item/5459-africa#sigProId48b7f5a78c

L’Ordine Carmelitano dell’Antica Osservanza (O. Carm) è presente in sette Paesi Africani: Burkina Faso, Camerun, Repubblica Democratica del Congo, Kenya, Mozambico, Tanzania e Zimbabwe. I nostri fratelli della Riforma Te­resiana (OCD) rispetto a noi, sono in molti più Paesi. Lo scopo della nostra presenza in Africa è la gioiosa evangeliz­zazione dei popoli africani praticando la testimonianza, la diffusione e l’inculturazione del Vangelo di Cristo secondo il carisma carmelitano. Possiamo impegnarci nella mis­sione di evangelizzazione, rispondendo in modo specifica­mente carmelitano e sforzandoci di: a) essere veri uomini e donne di preghiera; b) vivere una vita comunitaria evangeli­ca, aperta al dialogo e costruttrice di relazioni negli ambienti in cui viviamo e serviamo; c) essere profetici nei nostri com­piti. Riconosciamo che sta emergendo una nuova realtà della Chiesa, che è sinodale, dialogica, collaborativa, inclusiva e responsabile.[1] Dobbiamo tenere presente che la missione è, prima di tutto, una questione di essere e in secondo luogo una questione di fare. Papa Benedetto XVI e il suo succes­sore Papa Francesco lo hanno affermato con chiarezza “La Chiesa non cresce per proselitismo ma «per attrazione»”.[2] Per tutti i popoli del mondo, ma più specificamente per gli africani, il Vangelo “è pienamente umanizzante, che dà piena dignità alle persone e ai popoli, che riempie il cuore e la vita intera [3].

È in questo contesto che dobbiamo stimolare i Carmeli­tani ad approfondire la propria ricezione, appropriazione e interiorizzazione del carisma che ci è stato tramandato da generazioni di Carmelitani in modo che possiamo farne il nostro stile di vita.

Progetti

  1. Impegnarsi in visite fraterne al fine di coltivare la cono­scenza diretta delle realtà e lo sviluppo di nuove entità;
  2. Aiutare a sensibilizzare la diffusione del Decreto del Capitolo Generale 2019, le Costituzioni carmelitane ag­giornate, le priorità, le proposte e le raccomandazioni;
  3. Incoraggiare i frati a riflettere sulle seguenti priorità per costruire una presenza carmelitana più solida:
    • Formazione: promozione vocazionale, accompagna­mento, discernimento e valutazione;
    • Vita interiore: fedeltà alla preghiera e alla contempla­zione attraverso la coltivazione del rapporto persona­le dei frati con Dio;
    • Comunità di testimonianza: costruire comunità di presenza, incontro, preghiera, rispetto, cura e reci­proco accompagnamento;
    • Lettura profetica dei segni dei tempi e rispondendo ad essi attraverso il servizio alle persone: rivalutare le no­stre scelte ministeriali in linea con il nostro carisma e le esigenze delle persone, in particolare dei minores, riconoscendo che il Vangelo offre una profonda cor­relazione tra l’evangelizzazione e il progresso umano;
    • Auto-sostenibilità finanziaria di nuove case: per ap­prendere, cercare e trovare modi di raccolta fondi per il consolidamento e la crescita sostenibile del cari­sma in nuove realtà;
    • Famiglia Carmelitana: trasmissione e inculturazione della spiritualità carmelitana tra i giovani, gli uomini e le donne;
    • Salvaguardia dei minori e degli adulti vulnerabili: im­pegno a seguire le migliori politiche e prassi, pro­muovere il benessere di tutte le persone e garantire un ambiente libero da abusi e molestie di qualsiasi forma.
  4. Incoraggiare il dialogo e lo scambio intra-africano, su­perando i blocchi linguistici, attraverso la creazione e la messa in rete di un forum-online dedicato ai responsabi­li e formatori delle varie realtà locali;
  5. Organizzare una conferenza-seminario per gli animato­ri vocazionali e i formatori sul discernimento vocazio­nale, l’accompagnamento, la cura e la valutazione;
  6. Organizzare una conferenza-seminario per priori ed economi sulla leadership, la responsabilità finanziaria e l’auto-sostenibilità;
  7. Condurre una conferenza-seminario per i ministri pa­storali sulla lettura profetica dei segni dei tempi e cerca­re una risposta alla luce del Vangelo, sulla revisione del ministero, sulla valutazione e l’allineamento dei mini­steri al nostro carisma e alle nostre competenze;
  8. Incoraggiare le varie realtà a tenere conferenze sul tema della Famiglia Carmelitana nei loro paesi o regioni per condividere esperienze sulla testimonianza del carisma carmelitano nei vari stati di vita ed esplorare i modi con cui il Carmelo può rispondere in modo più appropriato al grido di spiritualità dei nostri tempi.

 

[1] Incontro dei due Consigli Generali O.Carm.-OCD, Siamo missione perché siamo amore di Dio comunicato, 27-31 Maggio 2019, Gort Muire, Dublino. Vedi https://ocarm.org/it/citoc/messaggio-finale-dellincontro-dei-due-consigli-generali-ocarm-e-ocd27-al-31-maggio-2019.

[2] Papa Francesco, Esortazione Apostolica Evangelii Gaudium sull’Annuncio del Vangelo nel mondo attuale, Città del Vaticano, Libreria Editrice Vaticana, 2013, n. 14.

[3] Papa Francesco, Querida Amazonia, Esortazione Apostolica Postsinodale al Popolo di Dio e a tutte le persone di buona volontà, Città del Vaticano, Libreria Editrice Vaticana, 2020, n. 76.

Avviso sul trattamento dei dati digitali (Cookies)

Questo sito web utilizza i cookies per eseguire alcune funzioni richieste e per analizzare la fruizione del nostro sito web. Raccoglieremo le tue informazioni solamente se completi i nostri moduli di iscrizione o di richiesta di preghiera, in modo da poter rispondere alla tua e-mail o inserire le tue intenzioni / richieste nella preghiera. Non utilizziamo i cookies per personalizzare i contenuti e gli annunci. Nessuna informazione, acquisita tramite i nostri moduli di contatto via posta elettronica, verrà condivisa con terze persone. "Le tue informazioni" restano "le tue informazioni personali".